KATR I RADS. IL NAUFRAGIO

La Biennale di Venezia e Koreja

KATR I RADS. IL NAUFRAGIO

opera da camera commissione la Biennale di Venezia
musica Admir Shkurtaj
libretto Alessandro Leogrande
(dal romanzo-reportage
Il naufragio, Feltrinelli 2011)
regia Salvatore Tramacere
direzione Pasquale Corrado
assistente alla regia Emanuela Pisicchio
scene e luci Michelangelo Campanale
costumi Stefania Miscuglio
realizzazione scene e tecnica Mario Daniele

Simona Gubello soprano
Marzia Marzo mezzosoprano/Maria Luisa Casali soprano
Stefano Luigi Mangia voce sperimentale
Alessia Tondo voce popolare
Emanuela Pisicchio attrice
Anna Chiara Ingrosso attrice
Fabio Zullino attore

Admir Shkurtaj fisarmonica e oscillatori analogici
Marco Ignoti clarinetto basso e clarinetto in sib
Giorgio Distante tromba in sib e live electronics
Jacopo Conoci violoncello
Vanessa Sotgiu pianoforte
Pino Basile cupa cupe e percussioni
Nazo elaj, Nikolin Likaj, Meleq ela, Sali Brahimaj, Vendim Kapaj
coro polifonico canti tradizionali albanesi



co-produzione la Biennale di Venezia - Koreja (Lecce)

Il soggetto è l'affondamento nel Canale d'Otranto della motovedetta Katër i Radës, carica di 120 profughi in fuga dall'Albania in seguito allo speronamento da parte della corvetta Sibilla che ne contrastava il tentativo di approdo sulla costa italiana. In quel Venerdì Santo del 1997 perirono oltre 80 persone (31 avevano meno di 16 anni). La vicenda è diventata tragico simbolo dei "boat people" alla ricerca di un paese che restituisca loro la libertà e la dignità di esseri umani.

L'opera, che ha debuttato il 12 ottobre 2014 alla Biennale di Venezia, è un adattamento letterario di Alessandro Leogrande tratto dal suo precedente romanzo-reportage Il naufragio (Feltrinelli 2011, Premio Ryszard Kapuściński e Premio Paolo Volponi) e vede in scena alcuni dei musicisti e cantanti emergenti nel panorama artistico pugliese diretti da Pasquale Corrado. Memoria di quegli eventi ma soprattutto un importante lavoro di Koreja per raccontare a suo modo quella silente umanità che ogni giorno cerca di ricominciare la propria storia in un altrove migliore.

[...] Il compositore Admir Shkurtaj - sostiene Ivan Fedele, direttore artistico della Biennale Musica - innerva la partitura di tutte le suggestioni musicali che lo intrigano fin da giovane. L'amore per la sua terra e per Bartók si riversa nella passione per le tradizioni musicali come pure la predilezione per l'improvvisazione si coniuga in maniera del tutto originale con una scrittura raffinata e ricca di nuove soluzioni timbriche, che abbinano al lessico d'avanguardia il fascino arcaico del coro polifonico albanese Violinat e Lapardhase. La regia visionaria di Salvatore Tramacere (uno dei maestri del teatro italiano di ricerca), va ben oltre il logos ("la parola che spiega") perché trascende questa tragica storia fino ad elevarla alla dimensione archetipica del mythos ("la parola che racconta"). Una co-produzione di cui siamo orgogliosi [...]

[...] Kater i Rades - sostiene Alessandro Leogrande - non vuole essere semplicemente un'opera della memoria. È piuttosto il tentativo, attraverso la musica, di liberare l'universo umano di chi è andato incontro a una delle tante tragedie del Mediterraneo: quella di una piccola motovedetta albanese, stracarica di uomini, donne e bambini, affondata nel marzo del 1997 davanti alle coste italiane. Nell'atto unico si affollano i sommersi e i salvati, chi è sopravvissuto e chi è scomparso, le loro voci, i loro pensieri, e soprattutto il loro viaggio verso il buio, pieno di grandi ansie e piccoli desideri, sogni e paure, digressioni, apparizioni, improvvise rammemorazioni. [...]

 

Appuntamento realizzato con il sostegno dell'Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce

FINETERRA 2014 - ARTI E MIGRAZIONI. ESULI PROFUGHI RAMINGHI

20 dicembre 2014

ore 20:45


Lecce, Cantieri Teatrali Koreja



biglietto d'ingresso

€ 15 intero - 12 ridotto convenzioni - 8 ridotto (under 30, over 60)


info:

Info e prenotazioni: 0832.242000


Società Cooperativa Koreja a r.l.

Centro di Produzione Teatrale
di Sperimentazione
e di Teatro per l'Infanzia e la Gioventù

c/o Cantieri Teatrali Koreja
via Guido Dorso 70, Lecce • Italia

tel./fax: +39.0832.242000 • 244013

mail: info@teatrokoreja.it
P. I.V.A.: 01446600759


|web design & code: Big Sur