mar 07 novembre 2017 - ore 08:55

| x | No non distruggeremo... di Collettivo Cinetico e Lionel di Fabbrica C/Sosta Palmizi



di Beatrice Galluzzo

CollettivO CineticO promette: | x | No non distruggeremo... i Cantieri Teatrali Koreja

CollettivO CineticO si presenta con una una promessa: No, non distruggeremo (...) in questo caso i Cantieri Teatrali Koreja. E lo diciamo fin da subito: promessa mantenuta. Francesca Pennini, ideatrice del concept, chiama a rapporto i presenti. Nessuno si siede su una comoda poltroncina imbottita a guardare lo spettacolo. Nossignore. Tutti sono chiamati a partecipare, a muoversi nello spazio, a co-gestire la perfomance, in uninterazione reciproca che ridisegna il rapporto fra attore e spettatore. Al centro del foyer troneggia una tastiera, X appunto. Alla pressione di ogni tasto corrisponde unemissione sonora contenente un comando, eseguito da tre performer presenti in sala. Simone Arganini, Carmine Parise e Angelo Pedroni sono bendati e armati solo dei loro corpi e di una mazza da baseball, che utilizzano (gli spettatori non devono preoccuparsi!) per misurare le distanze nellambiente. Decodificare il sistema che unisce ogni combinazione di tasti ad un determinato movimento non facile. Ma basta poco per ritrovarsi alla completa merc delle scelte altrui. Chiunque fosse solleticato dalla possibilit di gestire un altro essere umano, per scopi puramente ludici, sintende, dovrebbe sperimentare X. La performance prende forma modellata unicamente dalla volont collettiva degli spettatori che, di volta in volta, costruiscono e dirigono i movimenti dei performer in una sorta di gioco di ruolo che strizza locchio sia alla tecnologia, che allumanit; al divertimento, ma anche allanalisi. Allo spettatore data la possibilit di entrare in punta di dita allinterno di uno spazio creativo in cui ha estremo potere gestionale. Sar spinto dalla clemenza? O da un vago sadismo?


Lionel, una storia non in cerca di parole

Teresa Noronha Feio e Francesco Sgr si cercano, saggrappano luno allaltra, litigano, si dividono. Una storia (damore?) che si rivela nella sua interezza sul palco, attraverso i corpi atletici dei performer che si misurano con loro stessi, reciprocamente. E poi, un pallone, simbolo fluido del vissuto emozionale dei protagonisti. Lo lanciano, se lo contendono, ci danzano insieme. Lo custodiscono, come il prolungamento visivo di un intreccio sentimentale che sarrotola e si dipana. Due persone e un pallone a righe blu, dunque, ma chiss per quale assurdo incantesimo teatrale, quando guardi Lionel non vedi mai solo due persone e un pallone. Non ci sono parole, solo musica, suono e movimento. Eppure, i pensieri sono l, davanti a te, espressi con intensit e chiarezza, come se qualcuno li avessi scritti e te li avesse appiccicati davanti agli occhi. La forza, lenergia comunicativa dellesibizione non necessita di nientaltro e arriva diretta come una stilettata. Insomma, Lionel ti far sperare, divertire, soffrire; insomma, emozionare.


postato da Koreja il mer 21 agosto 2019 alle 04:45 - Commenti(0)


scrivi un commento

Inserisci il tuo commento

(i campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori)


Titolo:




gio 06 giugno 2019 - 07:48

LO STUPRO VILE VIOLENZA, NON UNA MALATTIA

leggi tutto

mar 21 maggio 2019 - 08:03

CASUALIT

leggi tutto

lun 06 maggio 2019 - 14:37

RITORNA IL GREMBIULE

leggi tutto

lun 29 aprile 2019 - 13:04

Labito della festa: Feste sacre, processioni e bande

leggi tutto

mer 24 aprile 2019 - 10:00

Hansel e Gretel fra vecchie filastrocche e profumo di vaniglia

leggi tutto

gio 18 aprile 2019 - 14:53

Alla consulta giovanile in lotta per la difesa del clima e del mare

leggi tutto

lun 15 aprile 2019 - 14:20

SHAKESPEARE SECONDO MALOSTI: L'IO COME MOLTITUDINE E IL GIOCO DEGLI OPPOSTI

leggi tutto

mar 02 aprile 2019 - 11:15

2 Aprile giornata internazionale dellautismo.

leggi tutto

ven 15 marzo 2019 - 17:10

"FEDELI D'AMORE": per guardare ci che dentro

leggi tutto

ven 01 marzo 2019 - 10:41

Fra poesia e raffinato amore carnale, Shakespeare secondo Valter Malosti

leggi tutto

mar 26 febbraio 2019 - 11:56

FA'AFAFINE: LA BELLEZZA DELLA DIVERSITA'

leggi tutto

ven 22 febbraio 2019 - 14:55

ARTAUD: VIAGGIO VERSO IL TEATRO PURO

leggi tutto

ven 01 febbraio 2019 - 14:51

RENZO E LUCIA OLTRE I BANCHI DI SCUOLA

leggi tutto

gio 31 gennaio 2019 - 15:53

EDUCARE ALLA STRANEZZA

leggi tutto

mer 23 gennaio 2019 - 17:10

Koreja e La Giornata della Memoria

leggi tutto

mer 16 gennaio 2019 - 17:03

CALCINCULO la giostra che provoca lo spettatore

leggi tutto

mer 19 dicembre 2018 - 15:56

UN VUOTO RUMOROSO

leggi tutto

gio 29 novembre 2018 - 12:11

Ricordare Alessandro Leogrande

leggi tutto

lun 05 novembre 2018 - 12:18

Il Cantico di Roberto Latini. Mancanza e dubbio.

leggi tutto

ven 02 novembre 2018 - 10:08

Il teppismo colpisce a scuola

leggi tutto

mar 30 ottobre 2018 - 11:13

NON GUARDARMI

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 15:48

La delicatezza del poco e del niente: diario di unemozione speciale

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 14:10

NON DIMENTICARE

leggi tutto

lun 30 luglio 2018 - 14:44

Quindici semplici donne anziane danzano e...

leggi tutto

mar 24 luglio 2018 - 09:13

Chapeau per gli Ubu!

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 08:07

Frame, un delicato passaggio tra la vita e la morte

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 07:35

Con Luca Toracca, fra humor e tenerezza

leggi tutto

ven 20 luglio 2018 - 11:04

Una tempesta e la funzione del teatro

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 14:40

Diario di una Tempesta

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 11:24

RISVEGLI

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:25

Diario di un pomeriggio speciale

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:16

Diario di un workshop

leggi tutto

gio 10 maggio 2018 - 10:42

La libert ha la forma di un cavallo. 14 maggio, quarantanni di civilt

leggi tutto

mar 10 aprile 2018 - 13:16

Non si pu morire per qualche chilo di troppo

leggi tutto

ven 16 marzo 2018 - 17:11

20 marzo giornata mondiale del teatro ragazzi

leggi tutto

mer 07 marzo 2018 - 15:14

8 MARZO

leggi tutto

gio 01 febbraio 2018 - 11:59

VIAGGIO AD AUSCHWITZ A/R: settantasei parole per raccontare la Memoria

leggi tutto

lun 15 gennaio 2018 - 08:57

KATR I RADS: il viaggio disperato verso lAltro

leggi tutto

ven 22 dicembre 2017 - 15:13

Ricordo personale di Alessandro Leogrande. Di Gigi Mangia

leggi tutto

gio 30 novembre 2017 - 16:27

Gli amanti libertini di de Laclos e il potere perverso della seduzione

leggi tutto

mar 28 novembre 2017 - 12:04

Alessandro Leogrande

leggi tutto

gio 23 novembre 2017 - 16:51

Mai pi violenza contro le donne!

leggi tutto

gio 16 novembre 2017 - 15:37

Il carosello esistenziale di FRAME

leggi tutto

gio 09 novembre 2017 - 08:47

P!nk Elephant - Benvenuto Umano

leggi tutto

mar 07 novembre 2017 - 09:14

| x | No non distruggeremo... di Collettivo Cinetico e Lionel di Fabbrica C/Sosta Palmizi

leggi tutto

gio 02 novembre 2017 - 15:54

Sport e Xebeche del Gruppo Nanou

leggi tutto

lun 30 ottobre 2017 - 10:31

Hidden Body, un viaggio rarefatto e dilatato che tocca lanima dello spettatore

leggi tutto

mar 24 ottobre 2017 - 15:59

Zona 3 - Ritual quintet_1

leggi tutto

lun 23 ottobre 2017 - 13:53

Viaggio dentro Entities-theater of gestures, una sperimentazione percettiva firmata Mirko Guido.

leggi tutto

ven 15 settembre 2017 - 14:22

Una foglia di dolore

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 13:49

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO DIARIO#2

leggi tutto

IN EVIDENZA