mer 18 luglio 2018 - ore 11:24

Diario di una Tempesta



di Annarita Risola
Solo venti spettatori per assistere ad uno spettacolo estremo, di cui scorgiamo qualche immagine sulla rassegna stampa allingresso del Convitto Palmieri. La curiosit aumenta. Entriamo ordinatamente, poche persone per volta. Il grande portone verde si chiude alle nostre spalle. Alte quinte nere lasciano lo spazio al buio. 20 sedie, un rito. Un uomo misterioso, con voce profonda, ci raccomanda di lasciare oggetti, borse e giacche sulla sedia per avere la mani libere. Capiremo successivamente limportanza di questo comando. Dopo aver spento le tre candele accese poste sul pavimento, ci conduce nel grande cortile interno, dove ci attendono otto attori, tre uomini e cinque donne, seduti a terra ai bordi dellimponente colonnato. Ognuno illuminato dalla flebile luce di una candela. Lentamente gli occhi si abituano alla penombra. Sono vestiti allo stesso modo, camicia bianca, pantalone o gonna neri. 'Vieni pi vicino', ci sussurrano a bassissima voce. 'Pi vicino'. Ci invitano a sedere intorno, pochi spettatori per ogni attore. Scrivono di noi, di quello che rispondiamo alle loro domande. Non facile abbandonarsi. Cos inizia il racconto, che si concluder con quella che sar la chiave di lettura per tutto ci che seguir: la paura, la fragilit, le chiavi. Le nostre porte sono aperte o chiuse? Nulla come appare. Ora ci alziamo e diventiamo parte del tutto. La storia intorno a noi, ci ingoia. Le parole suggestive, quelle de La tempesta di Shakespeare, i fantasmi di Otello e Desdemona, Amleto, Macbeth e i riferimenti che li rievocano, la morte, lamore, il mare, il padre, linnocenza, la gelosia. L'essenza umana, quella parte pi profonda di noi che immutabile ed eterna, alla quale stato dato il nome di anima. Le nostre mani toccano, stringono, accarezzano la terra profumata che protegge la vita e custodisce la morte. E noi, ormai, non pi spettatori, siamo ostaggi nelle mani degli attori, che usano le parole come fruste. A volte, delicatamente, accarezzano le nostre emozioni, altre le percuotono, quasi a voler risvegliare i nostri sensi sopiti. C confusione, chiasso. il mare in tempesta, il mondo intero, un'illusione! Come forse, il teatro. Ma non tutti sono lemmi, parole gi scritte. Non tutti hanno tratti precisi. Non tutti seguono, senza riflettere, le opinioni comuni. Massimo Munaro un provocatore e per lui inutile un teatro che non lo sia. E cos stato, uno spettacolo provocatorio, ricco di suoni e parole. Mi piace concludere con quelle scritte su uno dei tanti fogli sparsi a terra, prese in prestito a Macbeth: La vita non che un'ombra che cammina, un attore che si agita sulla scena e di cui, dopo unora, non si parla pi.


postato da Koreja il gio 12 dicembre 2019 alle 12:13 - Commenti(0)


scrivi un commento

Inserisci il tuo commento

(i campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori)


Titolo:




mer 11 dicembre 2019 - 14:55

IL PRESEPE REALIZZATO DAI MINORATI PSICHICI NELLA CASA DI LEONARDO

leggi tutto

mar 19 novembre 2019 - 15:10

Le case speciali delle ragazze e dei ragazzi. Che fare? Una domanda senza scadenza.

leggi tutto

mar 19 novembre 2019 - 14:46

Lamore avvolgente, bramato, tradito, maledetto, non corrisposto, incestuoso e lattualit di Ovidio

leggi tutto

sab 09 novembre 2019 - 09:51

LILIANA SEGRE: LA TUA SCORTA SIAMO TUTTI NOI

leggi tutto

mer 30 ottobre 2019 - 10:53

Finch posso immaginare sono libera

leggi tutto

mer 23 ottobre 2019 - 15:16

BUCHI NERI NELLA STORA

leggi tutto

lun 16 settembre 2019 - 14:50

LO STRANIERO NON IL MIO NEMICO

leggi tutto

gio 06 giugno 2019 - 07:48

LO STUPRO VILE VIOLENZA, NON UNA MALATTIA

leggi tutto

mar 21 maggio 2019 - 08:03

CASUALIT

leggi tutto

lun 06 maggio 2019 - 14:37

RITORNA IL GREMBIULE

leggi tutto

lun 29 aprile 2019 - 13:04

Labito della festa: Feste sacre, processioni e bande

leggi tutto

mer 24 aprile 2019 - 10:00

Hansel e Gretel fra vecchie filastrocche e profumo di vaniglia

leggi tutto

gio 18 aprile 2019 - 14:53

Alla consulta giovanile in lotta per la difesa del clima e del mare

leggi tutto

lun 15 aprile 2019 - 14:20

SHAKESPEARE SECONDO MALOSTI: L'IO COME MOLTITUDINE E IL GIOCO DEGLI OPPOSTI

leggi tutto

mar 02 aprile 2019 - 11:15

2 Aprile giornata internazionale dellautismo.

leggi tutto

ven 15 marzo 2019 - 17:10

"FEDELI D'AMORE": per guardare ci che dentro

leggi tutto

ven 01 marzo 2019 - 10:41

Fra poesia e raffinato amore carnale, Shakespeare secondo Valter Malosti

leggi tutto

mar 26 febbraio 2019 - 11:56

FA'AFAFINE: LA BELLEZZA DELLA DIVERSITA'

leggi tutto

ven 22 febbraio 2019 - 14:55

ARTAUD: VIAGGIO VERSO IL TEATRO PURO

leggi tutto

ven 01 febbraio 2019 - 14:51

RENZO E LUCIA OLTRE I BANCHI DI SCUOLA

leggi tutto

gio 31 gennaio 2019 - 15:53

EDUCARE ALLA STRANEZZA

leggi tutto

mer 23 gennaio 2019 - 17:10

Koreja e La Giornata della Memoria

leggi tutto

mer 16 gennaio 2019 - 17:03

CALCINCULO la giostra che provoca lo spettatore

leggi tutto

mer 19 dicembre 2018 - 15:56

UN VUOTO RUMOROSO

leggi tutto

gio 29 novembre 2018 - 12:11

Ricordare Alessandro Leogrande

leggi tutto

lun 05 novembre 2018 - 12:18

Il Cantico di Roberto Latini. Mancanza e dubbio.

leggi tutto

ven 02 novembre 2018 - 10:08

Il teppismo colpisce a scuola

leggi tutto

mar 30 ottobre 2018 - 11:13

NON GUARDARMI

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 15:48

La delicatezza del poco e del niente: diario di unemozione speciale

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 14:10

NON DIMENTICARE

leggi tutto

lun 30 luglio 2018 - 14:44

Quindici semplici donne anziane danzano e...

leggi tutto

mar 24 luglio 2018 - 09:13

Chapeau per gli Ubu!

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 08:07

Frame, un delicato passaggio tra la vita e la morte

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 07:35

Con Luca Toracca, fra humor e tenerezza

leggi tutto

ven 20 luglio 2018 - 11:04

Una tempesta e la funzione del teatro

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 14:40

Diario di una Tempesta

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 11:24

RISVEGLI

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:25

Diario di un pomeriggio speciale

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:16

Diario di un workshop

leggi tutto

gio 10 maggio 2018 - 10:42

La libert ha la forma di un cavallo. 14 maggio, quarantanni di civilt

leggi tutto

mar 10 aprile 2018 - 13:16

Non si pu morire per qualche chilo di troppo

leggi tutto

ven 16 marzo 2018 - 17:11

20 marzo giornata mondiale del teatro ragazzi

leggi tutto

mer 07 marzo 2018 - 15:14

8 MARZO

leggi tutto

gio 01 febbraio 2018 - 11:59

VIAGGIO AD AUSCHWITZ A/R: settantasei parole per raccontare la Memoria

leggi tutto

lun 15 gennaio 2018 - 08:57

KATR I RADS: il viaggio disperato verso lAltro

leggi tutto

ven 22 dicembre 2017 - 15:13

Ricordo personale di Alessandro Leogrande. Di Gigi Mangia

leggi tutto

gio 30 novembre 2017 - 16:27

Gli amanti libertini di de Laclos e il potere perverso della seduzione

leggi tutto

mar 28 novembre 2017 - 12:04

Alessandro Leogrande

leggi tutto

gio 23 novembre 2017 - 16:51

Mai pi violenza contro le donne!

leggi tutto

gio 16 novembre 2017 - 15:37

Il carosello esistenziale di FRAME

leggi tutto

gio 09 novembre 2017 - 08:47

P!nk Elephant - Benvenuto Umano

leggi tutto

mar 07 novembre 2017 - 09:14

| x | No non distruggeremo... di Collettivo Cinetico e Lionel di Fabbrica C/Sosta Palmizi

leggi tutto

gio 02 novembre 2017 - 15:54

Sport e Xebeche del Gruppo Nanou

leggi tutto

lun 30 ottobre 2017 - 10:31

Hidden Body, un viaggio rarefatto e dilatato che tocca lanima dello spettatore

leggi tutto

mar 24 ottobre 2017 - 15:59

Zona 3 - Ritual quintet_1

leggi tutto

lun 23 ottobre 2017 - 13:53

Viaggio dentro Entities-theater of gestures, una sperimentazione percettiva firmata Mirko Guido.

leggi tutto

ven 15 settembre 2017 - 14:22

Una foglia di dolore

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 13:49

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO DIARIO#2

leggi tutto

IN EVIDENZA