mar 24 luglio 2018 - ore 09:12

Chapeau per gli Ubu!



di Ida Barbalinardo

Dicembre, Cantieri Teatrali Koreja: Alfonso Santagata, della storica Compagnia Teatrale Katzenmacher, tiene il primo incontro di un seminario tramite il quale entra in contatto con gli attori di Koreja. Ne nasce una collaborazione per la produzione de "Gli Ubu ad Acaya", spettacolo che riprende l'opera teatrale di Alfred Jarry "Ubu Re", prima parte del ciclo di Ubu, anticipazione del movimento surrealista e del teatro dell'assurdo.
L'opera narra le tensioni incorse tra il popolo degli Ubu, guidato dalle figure di padre e madre Ubu e un gruppo di nobili che fa capo alla figura di Re Venceslao. Padre Ubu lo uccide e s'impadronisce del suo trono; successivamente ammazza anche i nobili e tutti coloro che lo avevano appoggiato, risparmiando inavvertitamente il principe Bugrelao il quale spera di riconquistare, in qualche modo, il trono del padre.
Il Festival del Teatro dei Luoghi, come racconta il nome stesso, ha come principale intento quello di valorizzare spazi diversi e beni culturali attraverso il teatro: in questa edizione si va dal Teatro Romano al Carcere di Borgo San Nicola, dalla pinacoteca del Museo Castromediano di Lecce fino ad arrivare a Palazzo Grassi ad Aradeo e alla Chiesa di Santa Caterina a Specchia per poi terminare in Albania e Kosovo. Saranno le mura del cinquecentesco Castello Aragonese di Acaya ad ospitare la storia degli Ubu: una struttura che riporta al passato, immersa nella calma della grande piazza del borgo, riscaldata da pochi lampioni. Gli attori vivono questo luogo al meglio, abitandone ogni stanza e il pubblico ha la possibilit di assistere ad ogni scena in uno spazio diverso godendo in toto della bellezza del castello e lasciandosi trasportare dal ritmo frenetico e coinvolgente che caratterizza lo spettacolo. A prescindere dalla componente itinerante, ci che contraddistingue maggiormente questo lavoro la sua particolare cifra stilistica. In veste di riscrittura della sopracitata opera di Alfred Jarry infatti, presenta componenti care al teatro dell'assurdo: l'amore per la provocazione, per la parodia, per il grottesco. Il popolo-famiglia degli Ubu incarna totalmente le caratteristiche di questo genere fin dai primi istanti dello spettacolo. Sono creature mostruose gli Ubu, ma allo stesso tempo ridicole. Suscitano, in chi le guarda, reazioni altalenanti tra il sorriso e l'inquietudine. Posture e movenze innaturali, animalesche, esasperate; suoni gutturali accostati a una sorta di nuovo linguaggio, un grammelot tra vari dialetti che impasta le parole ad un ammasso di vocali. Si percepisce un lavoro importante compiuto sugli attori: l'uso della voce e della mimica facciale, la tensione del corpo, le posizioni scomode e innaturali sono al servizio del linguaggio.
"Gli Ubu ad Acaya" uno spettacolo differente rispetto a ci che si abituati a vedere a teatro e nonostante il primo momento di smarrimento rivela una realt che, pur nella sua stranezza, attira l'attenzione del pubblico, suscitando ilarit ma anche importanti riflessioni sulla potenza del teatro, capace di comunicare tramite una miriade di registri differenti.


postato da Koreja il mer 16 gennaio 2019 alle 02:05 - Commenti(0)


scrivi un commento

Inserisci il tuo commento

(i campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori)


Titolo:




mer 19 dicembre 2018 - 15:56

UN VUOTO RUMOROSO

leggi tutto

gio 29 novembre 2018 - 12:11

Ricordare Alessandro Leogrande

leggi tutto

lun 05 novembre 2018 - 12:18

Il Cantico di Roberto Latini. Mancanza e dubbio.

leggi tutto

ven 02 novembre 2018 - 10:08

Il teppismo colpisce a scuola

leggi tutto

mar 30 ottobre 2018 - 11:13

NON GUARDARMI

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 15:48

La delicatezza del poco e del niente: diario di unemozione speciale

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 14:10

NON DIMENTICARE

leggi tutto

lun 30 luglio 2018 - 14:44

Quindici semplici donne anziane danzano e...

leggi tutto

mar 24 luglio 2018 - 09:13

Chapeau per gli Ubu!

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 08:07

Frame, un delicato passaggio tra la vita e la morte

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 07:35

Con Luca Toracca, fra humor e tenerezza

leggi tutto

ven 20 luglio 2018 - 11:04

Una tempesta e la funzione del teatro

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 14:40

Diario di una Tempesta

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 11:24

RISVEGLI

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:25

Diario di un pomeriggio speciale

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:16

Diario di un workshop

leggi tutto

gio 10 maggio 2018 - 10:42

La libert ha la forma di un cavallo. 14 maggio, quarantanni di civilt

leggi tutto

mar 10 aprile 2018 - 13:16

Non si pu morire per qualche chilo di troppo

leggi tutto

ven 16 marzo 2018 - 17:11

20 marzo giornata mondiale del teatro ragazzi

leggi tutto

mer 07 marzo 2018 - 15:14

8 MARZO

leggi tutto

gio 01 febbraio 2018 - 11:59

VIAGGIO AD AUSCHWITZ A/R: settantasei parole per raccontare la Memoria

leggi tutto

lun 15 gennaio 2018 - 08:57

KATR I RADS: il viaggio disperato verso lAltro

leggi tutto

ven 22 dicembre 2017 - 15:13

Ricordo personale di Alessandro Leogrande. Di Gigi Mangia

leggi tutto

gio 30 novembre 2017 - 16:27

Gli amanti libertini di de Laclos e il potere perverso della seduzione

leggi tutto

mar 28 novembre 2017 - 12:04

Alessandro Leogrande

leggi tutto

gio 23 novembre 2017 - 16:51

Mai pi violenza contro le donne!

leggi tutto

gio 16 novembre 2017 - 15:37

Il carosello esistenziale di FRAME

leggi tutto

gio 09 novembre 2017 - 08:47

P!nk Elephant - Benvenuto Umano

leggi tutto

mar 07 novembre 2017 - 09:14

| x | No non distruggeremo... di Collettivo Cinetico e Lionel di Fabbrica C/Sosta Palmizi

leggi tutto

gio 02 novembre 2017 - 15:54

Sport e Xebeche del Gruppo Nanou

leggi tutto

lun 30 ottobre 2017 - 10:31

Hidden Body, un viaggio rarefatto e dilatato che tocca lanima dello spettatore

leggi tutto

mar 24 ottobre 2017 - 15:59

Zona 3 - Ritual quintet_1

leggi tutto

lun 23 ottobre 2017 - 13:53

Viaggio dentro Entities-theater of gestures, una sperimentazione percettiva firmata Mirko Guido.

leggi tutto

sab 21 ottobre 2017 - 09:05

Il circo dellumano e gli incubi di Pesadilla

leggi tutto

sab 21 ottobre 2017 - 09:02

Dita di miele, una godereccia e spassosa scappatella nellAldiqu

leggi tutto

gio 19 ottobre 2017 - 14:01

ECHI TRIBALI E RITUALI MISTICI PER LE "PREMESSE" DI MARISTELLA MARTELLA

leggi tutto

lun 18 settembre 2017 - 14:37

Teatro dei luoghi/Fineterra - DIARIO 4

leggi tutto

ven 15 settembre 2017 - 14:22

Una foglia di dolore

leggi tutto

ven 15 settembre 2017 - 07:55

Teatro dei luoghi/Fineterra DIARIO 3

leggi tutto

mar 12 settembre 2017 - 11:35

Teatro dei luoghi/Fineterra - DIARIO 2

leggi tutto

sab 09 settembre 2017 - 10:10

Teatro dei luoghi/Fineterra - Diario 1

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 14:34

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO DIARIO#5 - Un paese per il Santolivo

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 13:53

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO DIARIO#4 - Maestro, falli suonare ancora!

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 13:49

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO DIARIO#3 - I CUSTODI DELLA MEMORIA

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 13:49

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO DIARIO#2

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 13:48

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO DIARIO#1

leggi tutto

IN EVIDENZA

Società Cooperativa Koreja a r.l.

Centro di Produzione Teatrale
di Sperimentazione
e di Teatro per l'Infanzia e la Gioventù

c/o Cantieri Teatrali Koreja
via Guido Dorso 70, Lecce • Italia

tel./fax: +39.0832.242000 • 244013

mail: info@teatrokoreja.it
P. I.V.A.: 01446600759


|web design & code: Big Sur