mar 19 novembre 2019 - ore 14:43

L’amore avvolgente, bramato, tradito, maledetto, non corrisposto, incestuoso e l’attualità di Ovidio



di Annarita Risola – Palchetti Laterali, Università del Salento

Quanto senso trova nell’oggi un grande classico? Come il mondo antico può assumere significati nel nostro presente liquido? La letteratura latina, un autore quale Ovidio, la mitologia greco-romana possono confrontarsi con le problematiche odierne?
Sotto l’egida dell’amore avvolgente, bramato, tradito, maledetto, non corrisposto, incestuoso, c’è sempre attualità.
E a confermarlo sono le sei donne protagoniste di questo spettacolo dal titolo Heroides- Lettere di eroine del mito dall’antichità al presente - Giorgia Cocozza, Angela De Gaetano,Alessandra De Luca, Emanuela Pisicchio, Maria Rosaria Ponzetta, Andelka Vulic.
Ridono, chiacchierano, si muovono nello spazio.
Curiose, vestite di bianco, si guardano intorno come a respirare il mondo e poi, spaventate da un suono stridulo, si raggruppano al centro del proscenio, svelandoci una sedia piena di indumenti, appartenenti forse allo stesso Ovidio.
Lentamente, ciascuna ne prende uno.
Una camicia rossa, un paio di pantaloni, una cravatta, un lungo cappotto nero, un paio di stivali e un elmo da scherma.
Le attrici, tutte, vestono da sposa (costumi di Enzo Toma), ma sono abiti senza un riferimento temporale.
Lo spettacolo, ispirato dalle Eroidi, una raccolta di epistole immaginarie, composte da Ovidio tra il 25 e il 16 a.C., non ci intrappola in una precisa epoca.
Sembrerebbe infatti voler raccontare storie di donne comuni, benché le donne si presentino come dee e solo una come ninfa.
La ipnotica forza dei movimenti, morbidi e ritmati, catalizza l’attenzione al centro del proscenio, dove, disegnati sul pavimento, appaiono solo ora, quattro segmenti incidenti e perpendicolari, che prendono vita (disegno luci di Loredana Oddone), facendo corpo unico con le protagoniste e definendosi magicamente come un fiore rosso.
Ma il centro cos’è, un punto a cui tendere o dal quale partire?
In questa cornice, le donne iniziano a presentarsi e, al loro nome, aggiungono quello del personaggio che portano in scena: Medea, Fedra, Fillide, Arianna, Canace ed Enone.
Raccontano storie di abbandono e di dolore, di sentimenti lacerati e di speranza.
Sì, di speranza, quella che le donne, nonostante tutto, non perdono mai, perché nutrono sempre il desiderio di poter essere amate.
Sono dunque donne che sanno aspettare e perdonare.
Forti i sentimenti palesati nei -quadri flash- che trattano di “ violenza sulle donne”.
Sulla scena appare evidente la complicità delle attrici, che rivelano non comuni doti interpretative e vocali.
L’idea, che la regista Elena Bucci (con la collaborazione drammaturgica di Marco Sgrosso), ha avuto, dando loro la possibilità di scegliere il personaggio e di spiegarlo, attraverso una personale elaborazione drammaturgica, si rivela efficace.
Tante le canzoni proposte, alcune eseguite dalle stesse attrici dal vivo, che regalano momenti di leggerezza e di riflessione.
Tre, quelle che ascoltiamo, dalla registrazione dell’intramontabile voce di Mia Martini “ Minuetto”, “ Padre davvero”, “ E non finisce mica il cielo”-
Inutile sottolineare il perché di questa scelta. Lo spettacolo è scandito dalle suggestive esplorazioni sonore del Maestro Giorgio Distante, che è lì, sulla destra sul fondo del palco, dove si colloca sin dall’inizio, entrando per primo.
Sempre in scena, in penombra, poche volte illuminato, quasi a doverne scoprire ogni volta la presenza. La sua musica ci accompagna, ci rassicura, ci inquieta e, come un filo intrecciato alla trama drammaturgica, alla fine si spezza. Il Maestro si palesa, mettendosi in piedi e regalandoci un’immagine degna di una fiaba.
Lui che suona e le fanciulle che lo seguono...“ Perché è per sempre, che s’insegue l’amore”.


postato da Koreja il ven 13 dicembre 2019 alle 13:37 - Commenti(0)


scrivi un commento

Inserisci il tuo commento

(i campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori)


Titolo:




mer 11 dicembre 2019 - 14:55

IL PRESEPE REALIZZATO DAI MINORATI PSICHICI NELLA CASA DI LEONARDO

leggi tutto

mar 19 novembre 2019 - 15:10

Le case speciali delle ragazze e dei ragazzi. Che fare? Una domanda senza scadenza.

leggi tutto

mar 19 novembre 2019 - 14:46

L’amore avvolgente, bramato, tradito, maledetto, non corrisposto, incestuoso e l’attualità di Ovidio

leggi tutto

sab 09 novembre 2019 - 09:51

LILIANA SEGRE: LA TUA SCORTA SIAMO TUTTI NOI

leggi tutto

mer 30 ottobre 2019 - 10:53

“Finché posso immaginare sono libera”

leggi tutto

mer 23 ottobre 2019 - 15:16

BUCHI NERI NELLA STORA

leggi tutto

lun 16 settembre 2019 - 14:50

“LO STRANIERO NON È IL MIO NEMICO”

leggi tutto

gio 06 giugno 2019 - 07:48

LO STUPRO È VILE VIOLENZA, NON È UNA MALATTIA

leggi tutto

mar 21 maggio 2019 - 08:03

CASUALITÀ

leggi tutto

lun 06 maggio 2019 - 14:37

RITORNA IL GREMBIULE

leggi tutto

lun 29 aprile 2019 - 13:04

L’abito della festa: Feste sacre, processioni e bande

leggi tutto

mer 24 aprile 2019 - 10:00

Hansel e Gretel fra vecchie filastrocche e profumo di vaniglia

leggi tutto

gio 18 aprile 2019 - 14:53

Alla consulta giovanile in lotta per la difesa del clima e del mare

leggi tutto

lun 15 aprile 2019 - 14:20

SHAKESPEARE SECONDO MALOSTI: L'IO COME MOLTITUDINE E IL GIOCO DEGLI OPPOSTI

leggi tutto

mar 02 aprile 2019 - 11:15

2 Aprile giornata internazionale dell’autismo.

leggi tutto

ven 15 marzo 2019 - 17:10

"FEDELI D'AMORE": per guardare ciò che è dentro

leggi tutto

ven 01 marzo 2019 - 10:41

Fra poesia e raffinato amore carnale, Shakespeare secondo Valter Malosti

leggi tutto

mar 26 febbraio 2019 - 11:56

FA'AFAFINE: LA BELLEZZA DELLA DIVERSITA'

leggi tutto

ven 22 febbraio 2019 - 14:55

ARTAUD: VIAGGIO VERSO IL TEATRO PURO

leggi tutto

ven 01 febbraio 2019 - 14:51

RENZO E LUCIA OLTRE I BANCHI DI SCUOLA

leggi tutto

gio 31 gennaio 2019 - 15:53

EDUCARE ALLA STRANEZZA

leggi tutto

mer 23 gennaio 2019 - 17:10

Koreja e La Giornata della Memoria

leggi tutto

mer 16 gennaio 2019 - 17:03

CALCINCULO la giostra che provoca lo spettatore

leggi tutto

mer 19 dicembre 2018 - 15:56

UN VUOTO RUMOROSO

leggi tutto

gio 29 novembre 2018 - 12:11

Ricordare Alessandro Leogrande

leggi tutto

lun 05 novembre 2018 - 12:18

Il Cantico di Roberto Latini. Mancanza e dubbio.

leggi tutto

ven 02 novembre 2018 - 10:08

Il teppismo colpisce a scuola

leggi tutto

mar 30 ottobre 2018 - 11:13

NON GUARDARMI

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 15:48

La delicatezza del poco e del niente: diario di un’emozione speciale

leggi tutto

gio 02 agosto 2018 - 14:10

NON DIMENTICARE

leggi tutto

lun 30 luglio 2018 - 14:44

Quindici semplici donne anziane danzano e...

leggi tutto

mar 24 luglio 2018 - 09:13

Chapeau per gli Ubu!

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 08:07

Frame, un delicato passaggio tra la vita e la morte

leggi tutto

lun 23 luglio 2018 - 07:35

Con Luca Toracca, fra humor e tenerezza

leggi tutto

ven 20 luglio 2018 - 11:04

Una tempesta e la funzione del teatro

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 14:40

Diario di una Tempesta

leggi tutto

mer 18 luglio 2018 - 11:24

RISVEGLI

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:25

Diario di un pomeriggio speciale

leggi tutto

mar 17 luglio 2018 - 08:16

Diario di un workshop

leggi tutto

gio 10 maggio 2018 - 10:42

La libertà ha la forma di un cavallo. 14 maggio, quarant’anni di civiltà

leggi tutto

mar 10 aprile 2018 - 13:16

Non si può morire per qualche chilo di troppo

leggi tutto

ven 16 marzo 2018 - 17:11

20 marzo giornata mondiale del teatro ragazzi

leggi tutto

mer 07 marzo 2018 - 15:14

8 MARZO

leggi tutto

gio 01 febbraio 2018 - 11:59

“VIAGGIO AD AUSCHWITZ A/R”: settantasei parole per raccontare la Memoria

leggi tutto

lun 15 gennaio 2018 - 08:57

KATËR I RADËS: il viaggio disperato verso l’Altro

leggi tutto

ven 22 dicembre 2017 - 15:13

Ricordo personale di Alessandro Leogrande. Di Gigi Mangia

leggi tutto

gio 30 novembre 2017 - 16:27

Gli amanti libertini di de Laclos e il potere perverso della seduzione

leggi tutto

mar 28 novembre 2017 - 12:04

Alessandro Leogrande

leggi tutto

gio 23 novembre 2017 - 16:51

Mai più violenza contro le donne!

leggi tutto

gio 16 novembre 2017 - 15:37

Il carosello esistenziale di FRAME

leggi tutto

gio 09 novembre 2017 - 08:47

P!nk Elephant - Benvenuto Umano

leggi tutto

mar 07 novembre 2017 - 09:14

| x | No non distruggeremo... di Collettivo Cinetico e Lionel di Fabbrica C/Sosta Palmizi

leggi tutto

gio 02 novembre 2017 - 15:54

Sport e Xebeche del Gruppo Nanou

leggi tutto

lun 30 ottobre 2017 - 10:31

Hidden Body, un viaggio rarefatto e dilatato che tocca l’anima dello spettatore

leggi tutto

mar 24 ottobre 2017 - 15:59

Zona 3 - Ritual quintet_1

leggi tutto

lun 23 ottobre 2017 - 13:53

Viaggio dentro “Entities-theater of gestures”, una sperimentazione percettiva firmata Mirko Guido.

leggi tutto

ven 15 settembre 2017 - 14:22

Una foglia di dolore

leggi tutto

mar 01 agosto 2017 - 13:49

IL SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO – DIARIO#2

leggi tutto

IN EVIDENZA