NOSTOS

NOSTOS
Dialoghi sul mare dei ritorni

Memorie a vent'anni dal naufragio della Katër i Radës nel Canale d'Otranto.


26 MARZO 2017 ore 11.00 - Teatro Petro Marko - Valona
28 MARZO 2017 ore 19.00 - Torre Matta - Otranto


Nostos. Dialoghi sul mare dei ritorni è una rassegna organizzata da Salento Negramaro, Fineterra e il Teatro Koreja, promossa da Istituto di Culture Mediterranee con il Sostegno della Comunità Europea, Repubblica Albanese, Regione Puglia, Comune di Valona, Comune di Otranto.
Due gli eventi: il 26 Marzo a Valona e il 28 Marzo a Otranto, dedicati al ventennale dell'affondamento della motovedetta Katër i Radës (28 Marzo 1997), per dialogare attraverso l'arte e la memoria sull'opportunità di una nuova identità, aperta, meticcia e che abbraccia questa e l'altra parte del mare Adriatico.
È ancora importante confrontarsi sul tema delle radici comuni per un ipotetico ritorno, il NOSTOS appunto, al centro del mare che è stato un tempo, un unico grande bacino culturale che ha prodotto le varie culture dei Paesi che a tutt'oggi vi si affacciano.
Il 26 marzo a Valona, nel più importante teatro della città, il Teatro Petro Marko, si incontreranno le più alte cariche Albanesi e della Regione Puglia: Edi Rama - Primo Ministro della Repubblica d'Albania, Michele Emiliano - Presidente della Regione Puglia, Damian Gjiknuri - Ministro dell'Energia e dell'Industria di Albania, Luciano Cariddi - Sindaco di Otranto, Giuseppe Marchionna - ex Sindaco di Brindisi, Luigi De Luca - già Direttore Istituto di Culture Mediterranee. E inoltre lo scultore greco Costas Varotsos, autore della scultura ricavata dal relitto della motovedetta, l'editore Livio Muci, e soprattutto i sopravvissuti alla tragedia. Modera Fate Velaj - artista e direttore del "Vlora Forum for International Dialogue".
In un continuum spazio temporale simbolico, la serata del 28 Marzo ad Otranto nella suggestiva Torre Matta, sarà anche l'occasione per presentare il catalogo "L'APPRODO. OPERA ALL'UMANITÀ MIGRANTE" a cura di Giusi Giaracuni e Luigi De Luca (Carlo Toma Edizioni).
Damian Gjiknuri, Ministro dell'Energia e dell'Industria di Albania, Loredana Capone - Assessore allo sviluppo economico e all'industria turistica e culturale della Regione Puglia, Antonio Gabellone - Presidente dell'Istituto di Culture Mediterranee, Spyros Galinos - Sindaco di Lesbo, Dritan Leli - Sindaco di Valona, lo scrittore Alessandro Leogrande, autore de "Il Naufragio"(Feltrinelli editore), Costas Varostos e Fate Velaj - artista e direttore del "Vlora Forum for International Dialogue", si confronteranno sui nuovi approdi, e su quanto, a distanza di vent'anni, il ricordo di una tragedia in mare sia ancora tragicamente attuale e vivido.
La serata sarà anche arricchita da un concerto a cura di Admir Shkurtaj con letture a cura del Teatro Koreja tratte da "Il Naufragio" di Alessandro Leogrande. Un ensemble di musicisti italiani e albanesi tra i più interessanti e apprezzati del panorama della musica contemporanea: i soprani Simona Gubello ed Hersjana Matmuja, la voce sperimentale di Stefano Luigi Mangia, i flauti di MariaSole De Pascali, la tromba di Giorgio Distante, la cupafon e percussioni di Pino Basile, il pianoforte di Vanessa Sotgiu, il violino di Shpetime Ballaj, la viola di Andrea Caputo, il violoncello di Merita Halimhillaj e la Fisa,Pf, Direzione, Composizione dello stesso Shkurtaj.

 

 

CONTENUTI

28 marzo 2017

ore 19:00


Otranto (Le), Torre Matta



ingresso libero


Società Cooperativa Koreja a r.l.

Centro di Produzione Teatrale
di Sperimentazione
e di Teatro per l'Infanzia e la Gioventù

c/o Cantieri Teatrali Koreja
via Guido Dorso 70, Lecce • Italia

tel./fax: +39.0832.242000 • 244013

mail: info@teatrokoreja.it
P. I.V.A.: 01446600759


|web design & code: Big Sur