STRADE MAESTRE 2019-20

Chi ha resistito, gli fiorito il cuore

 

Sabato 12 ottobre alle ore 11.00 presso i Cantieri Teatrali Koreja è stata presentata STRADE MAESTRE 2019-2020, un progetto di Koreja realizzato con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, - FSC Fondo per la Coesione 2014-2020, Unione Europea, Regione Puglia Assessorato Industria Turistica e Culturale, PiiiL Cultura - Teatro Pubblico Pugliese, consorzio Regionale per le arti e la cultura. Partner Provincia e Comune di Lecce; Polo Biblio Museale di Lecce. Con il contributo di Adisu Puglia.


[...] "chi ha resistito, gli è fiorito il cuore" il sottotitolo di quest'anno - racconta Salvatore Tramacere - è preso in prestito da Per una rosa, poesia scritta da Edoardo Sanguineti per Sandro Pertini. Una scelta profonda per la XXIV edizione di Strade Maestre, un modo per tenere sempre gli occhi aperti sul mondo, per indagarlo e cercare di capirlo usando gli strumenti del teatro. Perché agire, raccontare, resistere, testimoniare è il ruolo del teatro o, almeno, di un teatro come il nostro che non si limita a creare spettacoli, ma che lavora a stretto contatto con le persone; che apre le sue porte non solo agli artisti o agli spettatori "teatrali", ma anche alle scuole, ai bambini, agli anziani, insomma ai cittadini e, soprattutto, ai non-cittadini, a coloro che tutti i giorni lottano per i loro diritti, agli abitanti delle periferie e ai migranti. A chi combatte una battaglia ogni giorno, ai resistenti, insomma. La stagione 2019/2020 di Koreja ritrova i suoi maestri: Danio Manfredini, Enzo Vetrano e Stefano Randisi, Else Marie Laukvik e l'Odin Teatret, Roberto Castello, Laura Curino, Saverio La Ruina a cui si aggiungono Elena Bucci e Marco Sgrosso e Mimmo Borrelli, solo per citarne alcuni. Il tempo dedicato al teatro permette di riconoscere una forma di resistenza e di non obbedienza intellettuale e culturale di cui sentiamo la necessità. Come di non seguire le mode, di tracciare una strada maestra con i maestri; con chi, aggrappato alle tavole del palcoscenico, è rimasto fedele a se stesso, resistendo al vento contrario, alle porte sbarrate, alla fatica e al sudore, resistendo e costruendo senza mai vergognarsi delle proprie fragilità, dei propri fallimenti e delle sconfitte [...]

 

L'ANTEPRIMA è affidata a BeyondtheSUD (BETSUD) il progetto che intende promuovere nuovi modelli di gestione e produzione delle imprese culturali italiane in ambito internazionale, specificatamente nel Latino America e nel contempo favorire lo sviluppo di carriere di giovani artisti e operatori under35, in un contesto internazionale. 2 gli appuntamenti in cartellone rispettivamente il 9 e il 16 ottobre Una storia di impossibilitá e E la Nave va che mettono al centro delle loro storie la drammaturgia internazionale contemporanea e modelli di scrittura alternativi.


Dal 25 al 27 ottobre sarà il nuovo spettacolo di Koreja con la regia del Premio Ubu Elena Bucci in collaborazione con Marco Sgrosso ad INAUGURARE LA STAGIONE: Heroides lettere di eroine del mito dall'antichità al presente tratto da Heroides di Ovidio - una raccolta di 21 epistole composte da Ovidio tra il 25 ed il 16 a.C. circa - è un viaggio nel mito classico sfizioso, intrigante e sempre attuale, in cui l'amore diventa protagonista di un'opera tutta al femminile. Sul palco Giorgia Cocozza, Alessandra De Luca, Angela De Gaetano, Emanuela Pisicchio, Maria Rosaria Ponzetta, Anđelka Vulić.


Progetto speciale quello con Enzo Vetrano e Stefano Randisi: una tre giorni interamente dedicata al loro modo di fare teatro. Infatti, dal 22 al 24 novembre saranno 3 gli spettacoli ospitati in cartellone: Toto e Vicè, Ombre Folli e Due stupidi sublimi (on air) un affondo nella poetica dei due artisti di acuta sensibilità, da sempre alle radici della parola teatrale. A completare la tre giorni di spettacoli, Enzo Vetrano e Stefano Randisi terranno un laboratorio in cui presenteranno il loro metodo di studio sul personaggio sulla scorta della grande lezione di Leo de Berardinis, che a proposito del "personaggio" preferiva parlare di "stato di coscienza".


Sabato 14 dicembre atteso ritorno per Danio Manfredini con Al Presente, un autoritratto realizzato 20 anni fa, che racconta la poetica del Maestro, un'infinita ricerca incompiuta che forse, meglio di ogni altra, rappresenta il teatro di Manfredini.


Sabato 11 gennaio 2020 debutto per ROSA ROSE, il nuovo spettacolo di Koreja nato da un'idea di Valerio Daniele e Ninfa Giannuzzi per la regia di Salvatore Tramacere scritto da Angela De Gaetano. Un lavoro dedicato a Rosa Balistreri, la cantatrice del Sud. Una rosa, una donna e una voce da cui stilla il racconto in musica e parole che riavvolge con cura il nastro delicato della sua vita intensa e drammatica.


Il 25 gennaio sarà la volta di Laura Curino - attrice e co-fondatrice del Teatro Settimo di Torino - con Scintille, uno spettacolo che si fa portavoce di tutte le storie di lavoro e di morte che ci appartengono. Tre diversi personaggi, interpretati dalla stessa attrice, raccontano la vita in fabbrica e gli ultimi, terribili momenti seguiti allo scoppio dell'incendio in una fabbrica newyorkese in cui persero la vita 146 operaie.

L'8 febbraio in scena Mario e Saleh, la storia del dopo terremoto a l'Aquila in cui Saverio La Ruina sceglie di andare in scena insieme ad un migrante musulmano per costruire un confronto tra due differenti culture e mentalità colte nel loro rapporto con i problemi della vita quotidiana, fuori dai luoghi comuni del dibattito contemporaneo.


Il 15 marzo appuntamento col teatro di Koreja e La ragione del terrore, lo spettacolo scritto da Michele Santeramo con la regia di Salvatore Tramacere che vede in scena Michele Cipriani e Maria Rosaria Ponzetta. Una favola nera radicata nella cultura del sud, che stravolge e interroga contemporaneamente aspirazioni politiche, sociali e artistiche. Un "fatto non fatto", un racconto di cronaca che, per la sua peculiarità, non può essere raccontato con i nomi di chi lo ha vissuto.


Attesissimo appuntamento quello del 20 e 21 marzo con Mimmo Borrelli, considerato dalla critica il maggior drammaturgo italiano vivente e LA CUPA FABBULA DI UN OMO CHE DIVINNE UN ALBERO: 13 attori in scena per uno spettacolo teatrale che sconvolge strutture e coscienze e parla di argomenti enormemente attuali dalla pedofilia all'incesto, dalla violenza sulle donne e minori all'uxoricidio, con un testo che scava a fondo, oltre l'assuefazione e scuote l'indignazione, per affrancarsi dal male.


Sabato 4 aprile in scena il Teatro Sotterrano con OVERLOAD UN IPERTESTO TEATRALE SULL'ECOLOGIA DELL'ATTENZIONE, Premio UBU come spettacolo dell'anno 2018. Il tema è dei più seri e astratti: il sovraccarico di informazioni e l'ipertestualità che ha sopraffatto il nostro modo di relazionarci e comunicare con gli altri.

Venerdì 17 e sabato 18 aprile atteso ritorno a Lecce per Else Marie Laukvik e l'Odin Teatret con LA CASA DEL SORDO UN CAPRICCIO SU GOYA, un caleidoscopio di immagini, situazioni e pensieri che si dibattono nel tentativo di approssimarsi al mistero della Bellezza e della Vita riservato a solo 120 spettatori.


Come sempre, non mancheranno gli appuntamenti con la musica, la danza e gli incontri letterari.


Grande novità di quest'anno e nuova scommessa culturale CROMA, la rassegna di musica classica a cura di Ludovica Rana, giovanissima musicista e Direttore Artistico della Stagione musicale Sfere Sonore e dal 2017 oltre che Segretario Artistico del Festival Classiche Forme a Spongano. Il desiderio di portare anche la musica classica nelle sale del Teatro Koreja nasce dalla profonda volontà di arricchire il territorio e di sensibilizzare sempre di più il giovane pubblico salentino.
Saranno 5 gli appuntamenti in cartellone che toccheranno le pagine più importanti e coinvolgenti della storia della musica cameristica eseguite da artisti di fama nazionale e internazionale, premiati e con una carriera già avviata in Italia e nel mondo. Il 17 Gennaio inaugurerà la Stagione il duo Mastromarino-Pierdomenico, due eccellenze italiane dal carattere raffinato e virtuosistico, il 14 Febbraio sarà la volta del Quartetto Werther appena premiato dal prestigioso Premio "Trio di Trieste", Marzo invece risplenderà della luce beethoveniana interpretata da Fabiola Tedesco e Anna Magdalena Kokits soliste e cameriste che celebreranno il 250° Anniversario dalla nascita del celebre compositore eseguendo, il 27 Marzo, alcune delle Sonate per Violino e Pianoforte. In fine il 24 Aprile il Duo Massimo Spada-Diego Romano, un duo acclamato, accompagnerà il pubblico nei meravigliosi meandri della musica tedesca romantica.


Tre giornate e cinque appuntamenti per Open Dance, il cantiere della nuova danza, la storica rassegna di Koreja interamente dedicata alla danza contemporanea, che, dalla scorsa stagione, è un unicum con il progetto Strade Maestre.
Fra questi due appuntamenti site specific: Equilibrio Dinamico con Equal to Men (9 novembre) e la Compagnia di danza Naturalis Labor con Rovente (13 marzo).

Tre gli spettacoli di danza realizzati in collaborazione col Teatro Pubblico Pugliese Equilibrio Dinamico con Suite Escape (9 novembre), Roberto Castello con Mbira concerto di musica, danza e parola (21 dicembre) e la Compagnia di danza Naturalis Labor con Alaska Chopin e Van Beethoven (13 marzo).



Attesissimo appuntamento il 12 dicembre con AMOREAMARO il concerto di Maria Mazzotta, un'intensa e appassionata riflessione, da un punto di vista femminile, sui vari volti dell'amore: da quello grande, disperato e tenerissimo a quello malato, possessivo e abusato. Dieci brani in tutto, di cui due inediti, che attraversano senza timore tutte le emozioni che questo sentimento può suscitare, trovando nel canto, come da tradizione popolare, la catarsi, la consolazione, la forza e la cura.


Prosegue per il secondo anno, il progetto BOOK PARADE La letteratura spiegata dai ragazzi: un modo per riappropriarsi della lettura ad alta voce come mezzo di comunicazione al di là delle proprie parole. Inventare una propria narrazione sulle storie di altri, e capirsi meglio, confrontandosi con le paure e le opportunità a cui non si sa dare un nome. Quattro scuole, da Gennaio ad Aprile 2020, quattro testi di formazione italiani e stranieri, quattro autori italiani che si confronteranno in un dialogo / lectio con gli stessi ragazzi. Christian Raimo, Nadia Terranova, Antonio Pascale, Rossano Astremo e Michela Murgia faranno da Virgilio nell'aldilà dell'apprendimento, restituendo una visione alternativa di come la letteratura possa essere guida, madre, sorella e amica specialmente in età scolare. Sarà il teatro, ancora una volta, luogo ospite e collettore di istanze pedagogiche.


Grazie alla collaborazione con il Centro Studi Apulia Film Commission e l'Università Salento, Strade Maestre è anche cinema: presso il Cineporto di Lecce PIU' DE LA VITA (29 novembre) un documentario di Raffaella Rivi che racconta, in una dimensione intima e concreta, quattro decenni del percorso artistico di Michele Sambin, pioniere della videoarte, ideatore di performances, spettacoli teatrali, opere pittoriche e partiture sonore.


Venerdì 15 novembre Strade Maestre incrocia il progetto "LE CASE SPECIALI DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE" per un convegno su spazi speciali e percorsi possibili per educare i ragazzi e le comunità alla bellezza, all'arte e alla creatività a cui parteciperanno, fra gli altri, la dott.ssa Livia Pomodoro esperta di diritto familiare e dei minori, e Goffredo Fofi saggista, attivista ed educatore permanente. A seguire LA RAGIONE DEL TERRORE lo spettacolo di Koreja con il testo di Michele Santeramo, la regia di Salvatore Tramacere con Michele Cipriani e Maria Rosaria Ponzetta che replicherà a chiusura di stagione il 15 marzo in pomeridiana.


È una precisa scelta quella di organizzare per il terzo anno le Lezioni Italiane, incontri per dialogare e cercare di comprendere il contemporaneo, a cura di Goffredo Fofi saggista, attivista, giornalista e critico cinematografico, letterario e teatrale italiano.
Un modo per farsi domande scomode, riflettere, ascoltare e generare interrogativi ancora più grandi.


Come sempre, molto intenso l'impegno laboratoriale di Koreja che vede l'attivazione di numerosi laboratori didattici: ripartono PRATICA IN CERCA DI TEORIA diretto da Carlo Durante con la collaborazione di Maria Rosaria Ponzetta.
Si confermano due i corsi (quello del venerdì e del sabato mattina) de IL CANTIERE DEI PICCOLI dedicato a bambini dai 6 agli 11 anni e diretto da Carlo Durante ed Emanuela Pisicchio con la collaborazione di Giorgia Cocozza e Anđelka Vulić.
Prosegue per il quarto anno anche il laboratorio PRATICA IN CERCA DI TEORIA UNDER 17, diretto da Giorgia Cocozza e Andjelka Vulic con Emanula Pisicchio e rivolto a giovani allievi dai 12 ai 16 anni. E poi, ancora il BORGO PACE LAB il laboratorio gratuito dedicato ai residenti del quartiere Borgo Pace diretto da Emanuela Pisicchio e RAGAZZI IN CANTIERE il progetto speciale diretto da Carlo Durante con Sabrina Vergari.



E riprende anche il laboratorio con le detenute della casa Circondariale Borgo San Nicola di Lecce nato da un'idea di Ornella Cucci Grima, diretto da Emanuela Pisicchio attrice e pedagoga di Koreja con Ninfa Giannuzzi, Vanessa Sotgiu e Simona Gubello, dal titolo IL LENZUOLO DELLA RICORDANZA - Progetto RicAmiamo.



Si conferma anche quest'anno la collaborazione di Koreja con l'Università del Salento. Oltre alla consolidata condivisione del progetto di audience development Palchetti Laterali, si implementeranno le attività programmate in sinergia con l'Ateneo leccese: infatti, sarà avviato IL CORPO FRA PERCEZIONE E ASCOLTO, laboratorio realizzato in collaborazione con il Corso di Laurea DAMS, dedicato agli studenti del primo anno e diretto da Giorgia Cocozza, Emanuela Pisicchio, Maria Rosaria Ponzetta, Andjelka Vulić.


E, in linea con il progetto culturale, proseguono anche gli appuntamenti laboratoriali della domenica con una novità: entra a far parte della famiglia Koreja CulturAmbiente Group, un network di 3 realtà pugliesi che lavorano da oltre 10 anni al servizio dell'ambiente. Prima di ogni spettacolo, un laboratorio di riuso creativo dedicato agli spettatori più piccoli per raccontare, attraverso oggetti comuni, tappi e bottiglie di plastica, rotoli di carta igienica e pagine di giornale, come ogni piccolo gesto sia importante per la sostenibilità ambientale: un concetto pratico e alla portata di tutti, con un po' di creatività e buona volontà.


Come sempre, al centro del progetto culturale, lo spettatore a cui Koreja dedica INCONTRARE E ASCOLTARE, un incontro dopo spettacolo tra gli spettatori e i protagonisti della stagione per approfondire, prima e oltre le scelte artistiche, soprattutto l'umanità alla base del teatro, il suo essere fatto da persone.
Ad occuparsene per il terzo anno consecutivo, l'associazione culturale Dematà, giovani donne under 35 che si dedicano all'organizzazione di eventi culturali e di spettacolo anche attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie.


Un discorso a parte meritano le neonate KOREJA EDIZIONI: è questa la nuova scommessa di Koreja, un progetto editoriale che prevede la possibilità di scegliere e pubblicare alcuni dei lavori che più caratterizzano l'anima della compagnia. Proseguendo una linea iniziata già molti anni fa, Koreja Edizioni segna coraggiosamente una nuova strada maestra su cui si incontrano storie, figure, testimonianze e parole stampate, con la volontà di farsi memoria viva da leggere e riscoprire. Primo testo a disposizione del pubblico SANTOLIVO. REQUIEM PER UN ALBERO - IL LIBRO. (Koreja Edizioni, 2019, 64 pp, ill. € 25,00) libro fotografico di Daniele Coricciati con gli interventi di Edoardo Winspeare e della regista danese Anna Stigsgaard.


Da quest'anno Strade Maestre sarà anche in formato audio. Grazie alla collaborazione con Radio System Network (raggiungibile in FM, su app e all'indirizzo systemnetwork.it) e alla webradio RKO (rkonair.com) Koreja racconterà gli appuntamenti della nuova stagione attraverso approfondimenti, interviste ai protagonisti, dirette streaming e podcast. La produzione dei format audio è realizzata con il contributo dell'Associazione Culturale Dematà.


L'immagine della nuova stagione di Koreja è onirica, poetica e fiera ed è un viaggio alla ricerca dei Maestri lungo le Strade del teatro e non solo. Il concept e il progetto di identità visiva sono di Big Sur, l'illustrazione di Betti Greco Illustration.

 


Da anni ormai prosegue la collaborazione con L'Adisu, AGENZIA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO di Lecce che, in perfetta linea con il valore educativo proprio del teatro e attraverso la politica culturale che Koreja persegue da sempre sul territorio, promuove attraverso agevolazioni economiche sul biglietto d'ingresso, un teatro alla portata di tutti.


 
Ancora abbonamenti MINI, MIDI, MAXI che prevedono l'ingresso agevolato a teatro in base al numero di spettacoli scelti e la vendita online sul sito vivaticket.it.



INFO: Cantieri Teatrali Koreja, via Guido Dorso, 48/50
tel. 0832-242000 

 


ALLEGATI

Video Presentazione Pubblica - Sabato 12 Ottobre 2019


Calendario appuntamenti STRADE MAESTRE 2019-'20


CATALOGO COMPLETO