Katr i Rads. Il naufragio

Teatro Koreja / la Biennale di Venezia

Katr i Rads. Il naufragio

opera da camera commissione la Biennale di Venezia
musica Admir Shkurtaj
libretto Alessandro Leogrande
(dal romanzo-reportage
Il naufragio, Feltrinelli 2011)
regia Salvatore Tramacere
direzione Admir Skurtaj
assistente alla regia Emanuela Pisicchio
scene e luci Michelangelo Campanale
costumi Stefania Miscuglio
realizzazione scene e tecnica Mario Daniele
tecnici Mario Daniele, Alessandro Cardinale
Olimpia Pagni - Soprano Leggero
Hersjana Matmuja - Soprano
Lucia Conte - Soprano
Stefano Luigi Mangia - Voce sperimentale
Emanuela Pisicchio attrice
Anna Chiara Ingrosso attrice
Fabio Zullino attore

Mariasole De Pascali flauto
Marco Ignoti clarinetto basso e clarinetto in sib
Giorgio Distante tromba in sib e live electronics
Jacopo Conoci violoncello
Vanessa Sotgiu pianoforte
Pino Basile cupa cupe e percussioni
Nazo elaj, Nikolin Likaj, Meleq ela, Sali Brahimaj, Valter Hodo
coro polifonico canti tradizionali albanesi

• Nomination per la categoria MIGLIORI MUSICHE ad Admir Shkurtaj in occasione della V Edizione del premio "Le Maschere del Teatro Italiano" nella terna dei finalisti Nicola Piovani e Luigi Ceccarelli
• Menzione speciale di Radio Sarajevo nell'ambito del MESS 2016 - il festival di teatro più importante dei Balcani.
• Premio COUP DE COEUR DES JEUNES MÉLOMANES 2017 assegnato dalla Fondazione Prince Pierre De Monaco in collaborazione con l'Accademia di Musica e Teatro di Monaco e con il sostegno della Fondazione Principessa Grace, per la miglior composizione di musica contemporanea.

 

Katër i Radës. Il Naufragio è la storia di un'imbarcazione progettata per 9 membri di un piccolo equipaggio, poi rubata da trafficanti di uomini. Il 28 marzo 1997 quell'imbarcazione, su cui viaggiavano circa 142 persone, fu speronata nel canale d'Otranto dalla corvetta Sibilla della Marina Militare Italiana, che ne contrastava il tentativo di approdo sulla costa italiana. 81 persone morte, 27 dispersi, 34 superstiti. Una storia qualunque, una delle tante tragedie del mare e di un'umanità che dimentica facilmente.

 

Katër i Radës non vuole essere semplicemente un'opera della memoria. È piuttosto il tentativo, attraverso la musica, di liberare l'universo umano di chi è andato incontro a una delle tante tragedie del Mediterraneo: quella di una piccola motovedetta albanese, stracarica di uomini, donne e bambini, affondata nel marzo del 1997 davanti alle coste italiane. Nell'atto unico si affollano i sommersi e i salvati, chi è sopravvissuto e chi è scomparso, le loro voci, i loro pensieri, e soprattutto il loro viaggio verso il buio, pieno di grandi ansie e piccoli desideri, sogni e paure, digressioni, apparizioni, improvvise rammemorazioni.
                                                                   Alessandro Leogrande

 

13 aprile 2019

ore 20:45


Lecce, Cantieri Teatrali Koreja



biglietto d'ingresso

€ 15,00 intero - 13 ridotto convenzioni - 11 su vivaticket.it - 8 ridotto (under 30 e over 60)