Calendario

Aprile 2020


20 lug

Stefano Massini

Alfabeto delle emozioni


21 lug

Concita De Gregorio e Erica Mou/Teatri di Bari

Un’ultima cosa


22 lug

Ermanna Montanari/Albe

Vergine madre, figlia del tuo figlio


23 lug

Masque teatro e a seguire Dewey Dell

Voodoo

Dewey Dell

Deriva traversa

Teatro Koreja

Paladini di Francia


24 lug

Spellbound Contemporary Ballet

The real you

Leo Bassi

70 Anni


25 lug

Parini Secondo + Parini Secondo / Bremo

Speeed +What will happen tomorrow

Ivo Dimchev

Top Faves

Produzioni

Per fare un teatro di mani, pensieri, piedi e parole, di cuori, di occhi e di sogni

Desa (1996)

L'asino che vola

Giuseppe è un santo un po’ strano come santo. Da ragazzino rompeva i piatti, i vasi e la porcellana. Lo dicevano scemo, oggi lo si direbbe autistico. Ma quando pregava – chissà perché – volava e per questo è passato alla storia: Giuseppe da Copertino, il “santo che vola”. Anomalo mistico del mistero del nostro Sud, processato dalla Santa Inquisizione, Giuseppe da Copertino è diventato un simbolo di secoli di sofferenza del Meridione. Per Koreja la dimostrazione di un teatro povero, innocente, ricco di poesia, di terra e di cuore.


Uno spettacolo su San Giuseppe da Copertino con Antonio Aluisi, Ippolito Chiarello, Cristina Mileti, Fabrizio Pugliese scrittura Mariano Dammacco progetto e regia Salvatore Tramacere cura tecnica Marco Oliani