Calendario

Maggio 2021


07 dic


09 dic


10 dic

Tourneè

Tourneè


11 dic

Tourneè

Tourneè


12 dic


15 dic

Tourneè


16 dic

Tourneè


17 dic

Tourneè


18 dic

Tourneè

EMMA DANTE

Misericordia


19 dic

Tourneè

EMMA DANTE

Misericordia

immagine di copertina rassegna E’ bravo, ma potrebbe fare di più.<br> Ha le capacità, ma non le sfrutta

Teatro dei Luoghi fest // Incontri

XV edizione - Lecce e Valona

2021

Giancarlo Visitilli

E’ bravo, ma potrebbe fare di più.
Ha le capacità, ma non le sfrutta

Andrea Mori dialoga con Giancarlo Vistilli

Questo saggio non ha un titolo. Si tratta di un ritornello che le madri, sempre di meno i padri, ma soprattutto i figli sentono dirsi dagli insegnanti. Da generazioni. Due frasi inutili e senza senso. A cui tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo creduto.

È come se gli insegnanti, nascendo, prima del loro lallare, avessero connaturato nel loro dire quel ritornello. È naturale ripeterlo e dall’altra parte è sempre rassicurante sentirselo decantare. E senza alcune assicurazione, la scuola italiana procede, così, da generazioni:
avendo le capacità, senza sfruttarle. Sicuramente potendo fare molto di più.

Visitilli sintetizza il mondo in cui vivono genitori e figli, studenti e insegnanti. Passa in rassegna il tempo della scuola, compreso quello della scuola a distanza, meraviglioso ossimoro, per nulla poetico. E ritrovando nelle Lezioni americane di Calvino la leggerezza, la rapidità, l’esattezza, la visibilità e la molteplicità che mancano ai padri e ai figli. Agli studenti e agli insegnanti. A un Paese che ha le capacità…

Giancarlo Visitilli vive e lavora a Bari. Insegna Lettere in un liceo e si occupa di sociale. Ha fondato la cooperativa sociale I bambini di Truffaut, che cura bambine, bambini e adolescenti disagiati. Giornalista e critico cinematografico (“la Repubblica”), ghostwriter per cantautori e scrittore: ha pubblicato E la felicità, prof? (Torino 2012) e La pelle in cui abito (Roma-Bari 2019).